Ordina per:
  • img-book

    Inclusione scolastica e coesione sociale negli scenari 2.0

    Questo libro si occupa delle difficoltà che i sistemi educativi contemporanei incontrano a includere gli alunni di origine immigrata. Esso si basa sulla convinzione che un buon percorso educativo debba contribuire alla costruzione della coesione sociale offrendo formazione alle persone come cittadini titolari di diritti individuali e collettivi. Negli scenari attuali, la composizione multiculturale delle società obbliga a riflettere su quali modelli educativi possano essere adatti a questo scopo. Pregiudizi, intolleranza, forme di razzismo sono sempre presenti e non facilitano la convivenza e la pratica della democrazia: anche per questo la scuola deve mettere in campo nuove strategie ripensando i propri fondamenti teorici e le proprie prassi quotidiane. Il testo prende anche atto del ruolo sempre maggiore che le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) hanno assunto nella vita quotidiana di tutti noi: si chiude quindi con una parte dedicata ad esemplificare usi didattici e formativi possibili delle TIC, con particolare attenzione ai social media, in connessione con i temi dell’intercultura, della lotta agli stereotipi e della promozione dei diritti umani per il contrasto alle discriminazioni e la costruzione dell’inclusione educativa e sociale.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Principi fondamentali

    L’intera Dottrina Sociale della Chiesa può, più o meno adeguatamente, essere interpretata, da un lato, come un grande movimento in difesa della persona e un baluardo contro le pretese dello Stato assoluto, dall’altro, come una tensione verso il bene comune e un’invocazione alla realizzazione di una giustizia sociale il cui attore principale (se non spesso unico) sembra essere indicato proprio nel medesimo Stato. Questo testo vuole presentare i principi fondamentali su cui poggia l’insegnamento sociale della Chiesa senza, tuttavia, nascondere limiti e contraddizioni in cui spesso incorre il magistero ecclesiastico. Con onestà intellettuale, il credente fa, perciò, bene a ricordare le parole di Wilhelm Röpke: «Un economismo sordo alle esigenze morali è nefasto, ma non è meno nefasto un moralismo ignorante in fatto di economia».

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Siamo noi. Siamo in tanti. Siamo i riservisti della generazione mille euro. Senza articolo 18, senza rappresentanza, senza protezione: siamo le vacche magre. Firmiamo dove c’è da firmare, minacciati come siamo da un cannone carico, pronto a sparare, che mira ad alzo zero. La situazione ha i secoli contati. O forse no.
    La rotta di Sopravvivere a una crisi ad altezza d’uomo punta verso quei pochi e pericolosi metri off-limits che ci sono fra il cannone e il bersaglio. Un punto di vista privilegiato, da reporter di guerra, per un viaggio socio-economico lucido, rigoroso e illuminante, che alle statistiche, ai numeri e alle biografie di un Paese alla ricerca dell’innovazione con la I maiuscola, unisce le diagnosi di osservatori importanti e privilegiati del nostro tempo, collezionando, tra gli altri, i contributi di Pietro Ichino e Paolo Feltrin. Il tutto per rispondere a una sola domanda: e adesso come ne usciamo?

    Lapo Cecconi, fiorentino, fondatore e presidente di reteSviluppo. Coordinatore dei giovani di Confcooperative Toscana. Presidente dell’Associazione civica Gente di Firenze e autore di numerosi interventi sui quotidiani «La Nazione» e «Corriere Fiorentino». Tiene una rubrica online di approfondimento Lapostrofo, trasmessa su Rdf 102.7.

    Disponibile anche in versione eBook a € 7,99 (sotto il pulsante ACQUISTA).

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Questo volume è la ripresa del lavoro Dal Bene Comune al bene del Comune. I trattati politici di Remigio dei Girolami nella Firenze dei bianchi-neri, già pubblicato su «Memorie domenicane», N.S., 16, 1985 e qui riproposto, con il corredo di nuove puntualizzazioni e il sussidio di una traduzione italiana ampiamente commentata che accompagna l’edizione di due testi latini.
    Remigio parte dal presupposto aristotelico che il bene del popolo o della città è più importante del bene del singolo membro della comunità e applica questa premessa ai problemi e ai profondi contrasti della società e della vita politica del Comune: il dualismo caratteristico della vita politica fiorentina si manifesta dapprima come lotta politica senza esclusione di colpi tra Guelfi e Ghibellini, per riproporsi poi, dopo la vittoria dei primi, nel contrasto non meno duro tra Guelfi Bianchi e Guelfi Neri.
    È merito di Panella aver unito, a un’impegnativa analisi dottrinale che affianca il pensiero remigiano ai dibattiti dello Studio francescano di Santa Croce, una vasta ricerca archivistica per ricostruire il momento storico da cui nasce il De bono comuni, e datare il trattato e in tal modo situarlo, comprenderlo, valutarne le implicazioni.

    Prefazione di Francesco Bruni.

    ANTEPRIMA INDICE


  • img-book

    Affari e affetti nella Prato del tardo Trecento

    Questo volume prende come punto di partenza la storia personale di Francesco di Marco Datini per raccontare la città di Prato. Il risultato è un affresco molto particolareggiato della vicenda di Datini estremamente moderna, suggestiva e avventurosa, assolutamente degna di un romanzo. In questo lavoro però la vicenda del Datini non è l’unica linea di lettura, anzi potremmo definirla un artificio narrativo. Raccontare il Datini serve per creare un’occasione, un momento di approfondimento per parlare dei modi di vivere dell’epoca, dei costumi locali e di quelli esotici, degli avvenimenti pubblici che fanno da sfondo alle vicende private del Datini. La seconda parte e la terza sono un invito a scoprire qualcosa di più su quel periodo.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    A partire dal secolo XII divenne frequente annotare in un libro i religiosi defunti, e anche i laici che volevano essere sepolti nei loro cimiteri. È proprio questo il tema portante del libro, che analizza attraverso questi necrologi o «libri dei morti» le pratiche legate alla sepolture e alla ricerca della «buona morte». I necrologi di San Domenico a Pistoia presi in esame, quattro in tutto, ci forniscono il quadro di una vita civile e culturale assai vivace, contrassegnata da eventi i cui protagonisti, uomini e donne, furono tutti attenti a salvaguardare e tramandare ai figli quei valori che nella pietà religiosa, nella dedizione alla professione, nella cura della famiglia e della città trovavano i loro punti di sicuro ancoraggio.
    Questi testi funerari sono, quindi, davvero degni di nota per il valore documentario che presentano non solo per la biografia dei personaggi citati, ma anche perché raccontano la vita civile, culturale, politica e religiosa che si è svolta in Pistoia in quel periodo.

    ANTEPRIMA

    INDICE


  • img-book

    Racconti stellari

    L’origine dei racconti che qui vengono proposti è un manoscritto proveniente da un satellite di Basis nella costellazione dell’Ariete. Scritto in lingua galattica viene riportato in traduzione. Un libro che ci giunge da altri pianeti, nel quale tuttavia stranamente si riscontrano tanti elementi del nostro.
    Il filo conduttore sembra essere quello dell’intrappolamento, di un’umanità che annaspa all’interno di grandi piccole gabbie, spesso invischiata tra grovigli inestricabili di fissazioni, paure, suggestioni, o tra le fitte maglie di reti psicologiche e concettuali; di uomini imprigionati da una società ipercontrollata, da un sistema che sembra programmato per banalizzare l’esistenza o in cui spesso ci si rinchiude, con la illusoria pretesa di poter dominare razionalmente tutto, con la paura di scegliere o con altre mille piccole e grandi ossessioni.
    La chiave per uscire starà al lettore scovarla se solo vorrà con perspicacia e attenzione captare il messaggio che ci giunge da questi mondi lontani.

    ANTEPRIMA  ANTEPRIMA


  • img-book

    Questo libro ricostruisce l’architettura mirabile in cui l’uomo ha racchiuso il tempo, non solo nelle grandi concezioni dell’anno mitologico, liturgico, agricolo, solare, lunare, stellare, ma soprattutto nelle definizioni minime, familiari alla gente semplice, battezzando ogni giorno con un nome proprio, assegnandogli ricorrenze che lo rendevano come un amico al suo ritorno annuale. Così ogni giorno aveva un santo patrono, un ricordo storico, un’associazione con un fenomeno naturale, in una sequenza dove era ignota la precisione ossessiva dell’orologio: efficace, razionale e utile, ma priva di poesia.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Siamo noi. Siamo in tanti. Siamo i riservisti della generazione mille euro. Senza articolo 18, senza rappresentanza, senza protezione: siamo le vacche magre. Firmiamo dove c’è da firmare, minacciati come siamo da un cannone carico, pronto a sparare, che mira ad alzo zero. La situazione ha i secoli contati. O forse no.
    La rotta di Sopravvivere a una crisi ad altezza d’uomo punta verso quei pochi e pericolosi metri off-limits che ci sono fra il cannone e il bersaglio. Un punto di vista privilegiato, da reporter di guerra, per un viaggio socio-economico lucido, rigoroso e illuminante, che alle statistiche, ai numeri e alle biografie di un Paese alla ricerca dell’innovazione con la I maiuscola, unisce le diagnosi di osservatori importanti e privilegiati del nostro tempo, collezionando, tra gli altri, i contributi di Pietro Ichino e Paolo Feltrin. Il tutto per rispondere a una sola domanda: e adesso come ne usciamo?

    Lapo Cecconi, fiorentino, fondatore e presidente di reteSviluppo. Coordinatore dei giovani di Confcooperative Toscana. Presidente dell’Associazione civica Gente di Firenze e autore di numerosi interventi sui quotidiani «La Nazione» e «Corriere Fiorentino». Tiene una rubrica online di approfondimento Lapostrofo, trasmessa su Rdf 102.7.

    Disponibile anche in versione a stampa a € 12,00 (sotto il pulsante ACQUISTA).

    ANTEPRIMA  INDICE


    Sopravvivere a una crisi ad altezza d’uomo (eBook) di: Cecconi Lapo  7,99

    Formato digitale: epub
    Protezione:  Sì (Watermark)
    Stampabile: No

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi