Ordina per:
  • img-book

    La raccolta di studi di questo volume è proseguimento di una serie di ricerche condotte negli anni sugli aspetti storici e artistici del complesso di San Domenico di Pistoia promosse dal Centro Espaces “Giorgio La Pira”. Si connota come ulteriore approfondimento sulle tessere di quel colorato mosaico del complesso di San Domenico composto di molteplici aspetti della storia della comunità dei domenicani di Pistoia in relazione e nella partecipazione alla vita della città.

    In particolare i saggi di questo volume focalizzano l’attenzione sulle opere pittoriche conservate nella chiesa in rapporto alle committenze, alle attribuzioni, ai caratteri stilistici e alla loro iconografia.

    Tale opera di studio e di memoria risulta particolarmente rilevante in quest’anno, in cui ricorre l’800° anniversario dalla fondazione dell’Ordine domenicano e la nomina di Pistoia a Capitale della cultura in Italia 2017.

    La felice coincidenza di queste due date è motivo per scorgere come nella storia, in modi nuovi e sempre diversi, un’eredità di spiritualità e di vita può essere ancora contributo – nel reciproco dare e ricevere – alla vicenda della città. Quest’ultima è spazio di convivenza e di formazione di un “noi” plurale. In tempi in cui sono presenti segnali tragici di sgretolamento dei legami sociali, di barbarie e di disprezzo per tutto ciò che rappresenta il cammino culturale dell’umanità nelle guerre e distruzioni in atto, questa fatica editoriale trova il suo senso nel farsi proposta di un orizzonte di collaborazione e dialogo quale unica via feconda per un futuro insieme.

    ANTEPRIMA INDICE


  • img-book

    Itinerarium et ludus

    Mantova, 1459-1460. In un tempo sospeso come un ponte sul nulla, un papa, Pio II, che promuove una crociata, e un cardinale, Nicola Cusano, che volentieri la eviterebbe, disegnano le linee di un tempio invisibile – pagano, ebraico, cristiano, islamico – dedicato alla Sapienza dell’unico Dio. Da questo tempio, destinato a prender corpo, altri due templi sono generati, uno di parole e uno di pietra: l’Hypnerotomachia Poliphiliitinerarium in Deum et ludus intellectualis – e il San Sebastiano di Mantova. Entrambi conosciuti e al tempo stesso incompresi, hanno forse atteso per secoli di essere ricongiunti. Che sia venuto il momento di ricomporre le loro storie?

    ANTEPRIMA  INDICE


    Il Polifilo di: Carusi Paola  34,00
  • img-book

    La canonica di Arialdo a Cucciago

    La storia della chiesa e della canonica dei Santi Gervasio e Protasio di Cucciago (Como), in occasione del Millennio dalla nascita di sant’Arialdo (1010-2010).

    ANTEPRIMA  INDICE


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi