Varia (23)

Ordina per:
  • img-book

    Una fotografia della presenza svizzera sul territorio fiorentino oggi non può prescindere dai suoi numerosi e profondi legami col passato. Ma il contributo degli Svizzeri a Firenze continua nel nostro presente. Questa serie di saggi affronta molteplici aspetti – alcuni dei quali inediti – del rapporto tra Firenze e la Svizzera, un rapporto sul quale in anni recenti si è concentrata l’attenzione di alcuni ricercatori storici. In questo volume vengono approfondite questioni storiche, politiche, economiche e culturali dei numerosi elementi che caratterizzano da secoli il dialogo tra Firenze e la Confederazione Elvetica, senza dimenticare alcune puntualizzazioni di metodologia storiografica. Un viaggio insolito tra figure e istituzioni che continuano a influenzare la vita sociale e culturale della città.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    con il D.P.R. 17-04-2016

    Negli ultimi anni la prova scientifica, e quella genetica in particolare, ha conquistato il centro della scena in molte indagini per crimini efferati. Dietro a queste indagini, cresce il volume di casi in cui al D.N.A. si affidano le speranze per orientare al meglio l’attività investigativa. La rapida evoluzione delle tecniche di analisi mette oggi, a disposizione della giustizia, possibilità impensabili solo fino a ieri. L’incremento della sensibilità analitica innalza, in modo esponenziale, la complessità dell’interpretazione del risultato. Più la tecnica viene portata ai suoi estremi e più torna a dominare il punto di vista soggettivo dell’esperto. Tanto lo strumento scientifico è potente e complesso, tanto il profano – tra cui vi è il magistrato – ne subisce il fascino, convinto di non poter mettere in discussione il sapere che gli viene offerto. Forse l’errore nella valutazione della prova si fa più raro, ma quando si verifica, è decisivo. Il giudice, così come il pubblico ministero, deve diventare un fruitore consapevole di “scienza” e cessare di essere un soggetto passivo che delega all’esterno la soluzione del caso. Per ottenere questo è necessario costruire un ponte tra sapere scientifico e giuridico, il che vuole dire non solo istruire i magistrati sull’ultimo ritrovato forense, ma costruire un linguaggio e un patrimonio metodologico comune affinché ciascuno – giurista e scienziato – comprenda le esigenze e il modo di ragionare dell’altro.

    Ugo Ricci è genetista forense presso l’Azienda ospedaliero-universitaria di Careggi a Firenze. Autore di libri e di articoli scientifici, è stato ispettore nella polizia scientifica e tuttora collabora con l’autorità giudiziaria per varie materie della criminalistica.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Itinerarium et ludus

    Mantova, 1459-1460. In un tempo sospeso come un ponte sul nulla, un papa, Pio II, che promuove una crociata, e un cardinale, Nicola Cusano, che volentieri la eviterebbe, disegnano le linee di un tempio invisibile – pagano, ebraico, cristiano, islamico – dedicato alla Sapienza dell’unico Dio. Da questo tempio, destinato a prender corpo, altri due templi sono generati, uno di parole e uno di pietra: l’Hypnerotomachia Poliphiliitinerarium in Deum et ludus intellectualis – e il San Sebastiano di Mantova. Entrambi conosciuti e al tempo stesso incompresi, hanno forse atteso per secoli di essere ricongiunti. Che sia venuto il momento di ricomporre le loro storie?

    ANTEPRIMA  INDICE


    Il Polifilo di: Carusi Paola  34,00
  • img-book

    Giorgio La Pira e la vocazione mariana di Firenze

    Presentazione del Card. Giuseppe Betori

    Giorgio La Pira ha offerto un contributo specifico alla mariologia, come il teologo Padre Stefano De Fiores ha sottolineato, per i profili di apertura all’impegno sociale e alla solidarie­tà con i poveri.
    Sono presentati i protagonisti della Firenze del Novecento, da Divo Barsotti a Fioretta Mazzei, da David Turoldo a Mario Luzi, da Piero Bargellini a Claudio Leonardi, che hanno approfondito la figura di Maria, quale elemento costitutivo dell’umanesimo cristiano.
    Anche nel Novecento l’architettura e le arti figurative, nel tessuto urbano di Firenze, sono state segnate dal riferimento a Maria, arricchendo il patrimonio artistico della città e confermando la vocazione di “città mariana” di Firenze.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    In quest’opera l’autore si concentra sulla storia della comunità elvetica a Firenze tra il 1865 e il 1871, quando in pieno Risorgimento il capoluogo toscano fu anche capitale d’Italia. Si ripercorre così la collaborazione delle istituzioni svizzere (legazione diplomatica, chiesa riformata, scuole, circoli…) con il nuovo ruolo politico di Firenze. Questa vivace comunità straniera seppe cogliere al volo le opportunità della città in cui risiedeva, sia dal punto di vista economico che diplomatico (molte furono le personalità straniere chiamate in Toscana dove il contributo degli intellettuali elvetici si rivelò di importanza fondamentale).

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Siamo noi. Siamo in tanti. Siamo i riservisti della generazione mille euro. Senza articolo 18, senza rappresentanza, senza protezione: siamo le vacche magre. Firmiamo dove c’è da firmare, minacciati come siamo da un cannone carico, pronto a sparare, che mira ad alzo zero. La situazione ha i secoli contati. O forse no.
    La rotta di Sopravvivere a una crisi ad altezza d’uomo punta verso quei pochi e pericolosi metri off-limits che ci sono fra il cannone e il bersaglio. Un punto di vista privilegiato, da reporter di guerra, per un viaggio socio-economico lucido, rigoroso e illuminante, che alle statistiche, ai numeri e alle biografie di un Paese alla ricerca dell’innovazione con la I maiuscola, unisce le diagnosi di osservatori importanti e privilegiati del nostro tempo, collezionando, tra gli altri, i contributi di Pietro Ichino e Paolo Feltrin. Il tutto per rispondere a una sola domanda: e adesso come ne usciamo?

    Lapo Cecconi, fiorentino, fondatore e presidente di reteSviluppo. Coordinatore dei giovani di Confcooperative Toscana. Presidente dell’Associazione civica Gente di Firenze e autore di numerosi interventi sui quotidiani «La Nazione» e «Corriere Fiorentino». Tiene una rubrica online di approfondimento Lapostrofo, trasmessa su Rdf 102.7.

    Disponibile anche in versione eBook a € 7,99 (sotto il pulsante ACQUISTA).

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    between Myth and Reality

    Autori – provenienti dalla Riva Sud e Nord del Mediterraneo ma anche mediterraneisti d’Oltreoceano – propongono qui una riflessione sulla città mediterranea fra mito e realtà. La città mediterranea, intesa come modello che sintetizza caratteristiche omogenee condivise da varie città, è un’entità immaginaria più che reale che si nutre delle narrazioni culturali che attorno a essa sono prodotte. Una sorta di mito che si autoalimenta e che si moltiplica nella sua capacità germinativa di varianti. I saggi accompagnano il lettore in un itinerario che tocca le principali città del Mediterraneo viste e ritratte da prospettive eterogenee. Narrazioni mitiche, testi letterari, progetti architettonici, opere d’arte visionarie si sovrappongono a dire la complessità delle realtà urbane del Mediterraneo, organismi viventi in perpetuo mutamento.

    L’eterogeneità di discipline e approcci, indispensabile per un primo avvicinamento alle varie città mediterranee, si riflette anche nella pluralità di lingue in cui sono scritti i testi (inglese, francese e italiano). L’intento è ricreare l’atmosfera plurale e talvolta dissonante della città mediterranea.


    Scholars from the Southern and Northern shores of the Mediterranean but also from across the Atlantic, the authors of the essays collected in this volume reflect upon the Mediterranean city, where myth and reality historically coalesce. Seen as a model where homogeneous features blend and are shared across the whole region, the Mediterranean city is an imaginary more than a real entity, arising out of cultural narratives. The reader is taken on a journey through the main cities, looked at and portrayed from several and complementary angles. Mythical narrative, literary fiction, architectural project, and visionary artwork overlap, ultimately to reveal the density of the Mediterranean urban worlds.
    The great variety of disciplines and approaches, essential for an initial exploration of the layering underneath our Mediterranean cities, is reflected by the plurality of languages used in the texts. The common objective has been to recreate the plural and sometimes dissonant atmosphere of the Mediterranean city.

    ANTEPRIMA  INDICE

    Disponibile anche in versione eBook a € 16,00 (sotto il pulsante ACQUISTA).


  • img-book

    Affari e affetti nella Prato del tardo Trecento

    Questo volume prende come punto di partenza la storia personale di Francesco di Marco Datini per raccontare la città di Prato. Il risultato è un affresco molto particolareggiato della vicenda di Datini estremamente moderna, suggestiva e avventurosa, assolutamente degna di un romanzo. In questo lavoro però la vicenda del Datini non è l’unica linea di lettura, anzi potremmo definirla un artificio narrativo. Raccontare il Datini serve per creare un’occasione, un momento di approfondimento per parlare dei modi di vivere dell’epoca, dei costumi locali e di quelli esotici, degli avvenimenti pubblici che fanno da sfondo alle vicende private del Datini. La seconda parte e la terza sono un invito a scoprire qualcosa di più su quel periodo.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Una sorta di diario autobiografico che ricostruisce le tappe di un viaggio o, per meglio dire, di un’esperienza di vita. Il presente volume è il racconto dell’avverarsi di un sogno di equità e giustizia: la realizzazione nel cuore dell’India, quell’India dove le donne sono spesso sfruttate e maltrattate, di una fabbrica di camicie che ha dato lavoro e dignità a molte di esse. La descrizione del lavoro della missione francescana di Madaplaturuth, con la coraggiosa costanza delle sue suore a sostegno della condizione femminile locale e il racconto della loro esperienza imprenditoriale dietro questa fabbrica fanno di questo testo quasi un romanzo.
    La narrazione di una toccante esperienza di vita e anche di fede, dove per la prima volta questo spicchio d’India è un esempio di globalizzazione positiva.

    ANTEPRIMA  INDICE

    Disponibile anche in versione eBook a € 9,50 (sotto il pulsante ACQUISTA).


  • img-book

    (1902-1930)

    Questo volume nasce dall’esigenza di ricostruire la storia dei numerosi numeri unici e periodici per l’infanzia prodotti su scala locale e nazionale tra età giolittiana e fascismo da insegnanti, editori e istituzioni legati a vario titolo al movimento operaio italiano, al cui organico approfondimento ancora alcuno studio era stato ad oggi dedicato. Colmando questa lacuna, il presente volume ne offre allora un profilo esaustivo che, partendo dai numeri unici primonovecenteschi (“I Maggio dei Fanciulli” e “Alba di Maggio”) e passando per i primi periodici pre-fascisti (“Figli del Popolo”, “Verso la Vita”, “Primavera” e “Il Germoglio”), giunge fino ai periodici stampati negli anni in cui il regime fascista andava ancora consolidando il proprio potere (“Cuore”, “L’Amico dei Fanciulli” e il clandestino “Il Fanciullo Proletario”).

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Coppa delle coppe 1960-61

    Vincere non è mai scontato. Fino al 1961 l’Italia è stata l’unica potenza sportiva europea che non aveva ancora avuto l’onore di alzare un trofeo U.E.F.A. Nel calcio italiano, allora come ora, non sempre la qualità coincide con la quantità. La squadra viola può rivendicare l’onore di aver dato tra le prime lustro internazionale al calcio ed allo sport italiano. Fino a quella vittoria solo il Bologna ed il Milan avevano rappresentato l’Italia calcistica ai massimi livelli sportivi continentali.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    Le guerre d’indipendenza alle origini della Fratellanza Militare

    Esercizio quantomai praticato, quello della ricerca della identità italiana, è diventato un tema ancor più dibattuto in questo anno giubilare.

    ANTEPRIMA  INDICE


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi