Ordina per:
  • img-book

    Prima parte: 1538-1566

    Questo volume riporta una parte del carteggio di monsignor Vincenzo Ercolani, predicatore domenicano, fattosi frate sulla scia di Savonarola ben quaranta anni dopo l’esecuzione del riformatore.
    Grazie alle sue lettere, preziosa fonte storica per gli studiosi del periodo, vengono ricostruiti non solo la complessa personalità del religioso, ma anche il contesto in cui operava, con tutti i suoi problemi politici, religiosi e sociali. Emergono così i tratti caratterizzanti della vita conventuale del futuro vescovo, il suo ruolo di guida spirituale per laici e religiosi, il suo contributo alla spinosa questione savonaroliana e il suo apporto all’espansione dell’Osservanza ai conventi dell’Italia centrale e meridionale.
    L’Epistolario, qui presentato solo parzialmente vista la voluminosità dell’intera opera, rappresenta inoltre l’augurio per un proseguimento degli studi sul savonarolismo esaminando i suoi effetti non solo sulla Chiesa e sull’Ordine domenicano, ma sull’intera società.

    Il commento storico alle singole lettere è in lingua spagnola.

    ANTEPRIMA INDICE


  • img-book

    Memoriale vivace e avvincente quello di Niccolò Venerosi Pesciolini, brillante personaggio fino ad oggi poco noto che visse e operò nella Toscana e nell’Europa del XVI e XVII secolo.
    Originario di San Gimignano, il Pesciolini trascorse la sua lunga vita viaggiando: si occupò, in veste di mercante, di importanti traffici con la Spagna e il Portogallo, partecipò a imponenti campagne militari e rivestì prestigiosi incarichi diplomatici alla corte di Firenze, di Parigi e di Roma.
    Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano fu stimato e fidato uomo dei Medici che difatti si avvalsero più volte dei suoi servigi: nel 1596 fu scelto per accompagnare da Marsiglia a Firenze la nuova granduchessa Cristina di Lorena, sposa di Ferdinando I de’ Medici, mentre nel 1600 ebbe l’onore di accompagnare la nuova regina Maria de’ Medici con il suo seguito in Francia. Soggiornò alla corte di Enrico IV stringendo con i sovrani un forte legame di stima e di amicizia; e proprio per questo legame Cosimo II de’ Medici lo incaricherà di trasportare a Parigi la statua equestre di Enrico IV realizzata dal Giambologna.
    Amicizie, amori, ambascerie, battaglie: vita privata ed eventi storici si intrecciano sapientemente in un’autobiografia che avvicina il lettore ad alcuni dei più importanti protagonisti della storia della Toscana e dell’Europa del tardo Cinquecento e del primo Seicento.

    ANTEPRIMA INDICE


  • img-book

    Le diocesi meridionali dell’Umbria

    Il volume ricostruisce alcuni percorsi tracciati dalla Controriforma, tra Cinque e Settecento, nelle diocesi meridionali dell’Umbria, cercando di riscoprire attraverso quali canali passò il processo, anche emotivo, di riattivazione dei contatti tra centro e periferia, tra istituzioni e fedeli, tra modelli e specificità.

    ANTEPRIMA INDICE


  • img-book

    L’Umbria tra Cinque e Settecento

    Gli attuali confini regionali alla luce del processo di ripartizione legato alle esigenze post-unitarie che hanno assemblato aree storiche e culturali distinte e che hanno rallentato la possibilità di un più sereno approccio storico-geografico alla cosiddetta «identità» regionale dell’Umbria.

    ANTEPRIMA INDICE


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi