Ordina per:
  • img-book

    Il carteggio tra don Leone Bartolini e un gruppo di gentildonne bolognesi negli anni del Concilio di Trento (1545-1563)

    Il borgo termale dei Bagni della Porretta è, negli anni cruciali del Concilio di Trento (1545-1563), punto d’incontro di dame, cavalieri, mercanti e fuorusciti fiorentini. Il sacerdote Leone Bartolini, ardente savonaroliano legato al convento domenicano di San Romano di Lucca, inizia un’esperienza religiosa che, attraverso la locale Compagnia del Santissimo Sacramento, coinvolge un gruppo di gentildonne bolognesi che aspirano a raggiungere la perfezione e la contemplazione mistica all’interno delle loro case, perseguendo i loro compiti quotidiani.

    Azioni e aspirazioni, affetti e affanni, difficoltà e successi si presentano con vivacità ai nostri occhi attraverso le pagine di un fitto carteggio che comprende oltre cento lettere scritte da donne: un documento eccezionale che ci introduce nell’intimità delle coscienze rivelando aspetti concreti della cultura e vita religiosa delle donne del secolo XVI. Accanto e insieme alla vicenda delle gentildonne bolognesi si dischiude l’itinerario spirituale e il percorso di vita di diversi confratelli della Compagnia del Santissimo Sacramento di Porretta che scelgono di dedicarsi alla religione.

    ANTEPRIMA  INDICE


  • img-book

    tra santità e stregoneria

    La beata Caterina da Racconigi, penitente domenicana, viene presentata nelle fonti agiografiche come studiosa nell’ambito della speculazione teologica sulla stregoneria e della spiritualità espressa nella filosofia dell’ordine domenicano.
    Nelle fonti documentarie, invece, la religiosa è prima di tutto Caterina, un individuo che sa bene farsi interprete e mediatore tra specialisti del sacro e semplici fedeli.
    Nello Stato sabaudo in cui la beata trascorse la sua esistenza era proprio questa incomprensione tra le due categorie a incrementare una cultura visionaria e profetica frutto della percezione che le comunità locali avevano della società clericale.
    La ricerca di Elisabetta Lurgo ha il merito non solo di ricostruire in maniera puntuale la figura di una mistica cinquecentesca, ma anche di far emergere aspetti della cultura di un’epoca, quella moderna, che spesso viene indagata dagli studiosi solo nei temi più noti quali la devozionalità barocca, le conseguenze del Concilio di Trento e l’Inquisizione.

    ANTEPRIMA INDICE

    Disponibile anche in versione eBook a € 22,00 (sotto il pulsante ACQUISTA).


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi